Come valutare la velocità di una connessione ADSL

0
52
velocità di una connessione ADSL

Velocità connessione ADSL: le definizioni da imparare

Quando fai il test per valutare la tua connessione ADSL spesso ti ritrovi con numeri e termini che non hai mai sentito parlare o, quantomeno, non ne conosci il significato. Cominciamo il nostro approfondimento su come valutare la velocità di una connessione ADSL facendo chiarezza, partendo dalla definizione della velocità di download e upload. Con il primo si intende la velocità e la quantità di dati che posso ricevere, in pratica quando stai scaricando qualcosa e ti appare quella scritta ’10 MegaByte al secondo’. Ecco, questo è.

Ovviamente, in connessioni lente si parla di Kb e con il termine digital divide si intende ciò: la differenza di download tra città e zone ben fornite dalla connessione con posti dove internet fatica ancora a essere una realtà. Con velocità di upload, invece, si parla della capacità di inviare informazioni, tra cui è compreso anche il salvataggio in cloud.

Se vedi che è nettamente inferiore a quello in download, nessun problema: è tutto normale. Altri due termini per chiudere il primo paragrafo: la velocità nominale sarebbe la velocità massima che puoi raggiungere (che difficilmente diventa realtà) mentre la banda minima garantita è una soglia al di sotto della quale le compagnie telefoniche ti garantiscono che non scende.

Come faccio a capire se la velocità dell’ADSL è buona

Ecco quando la velocità è accettabile

Ora che hai capito la terminologia in via generale, la seconda domanda che ti starai facendo è qual è la velocità minima per cui tu non ti possa lamentare. Fermo restando che dipende da tantissimi fattori (ad esempio se guardi video oppure ti connetti a Skype o stai sui social) e, banalmente, quanto paghi (se la tua bolletta, per assurdo, è di 10€ al mese non puoi certamente prendere una velocità elevata), diamo qualche numero in modo che tu ti possa orientare.

La connessione oggi che garantisce la velocità più elevata è la fibra ottica. Al netto di guasti o complicazioni, non dovresti avere alcun tipo di problema tanto che quelle di ultima generazione viaggiano anche a 1000 Mega in download. Le ADSL classiche, invece, ‘offrono’ un valore nominale che può arrivare anche a 20 Mega ma, effettivamente, la velocità reale scende almeno della metà che, in ogni caso, è comunque più che buona.

Ad esempio, per chiamare su Skype hai bisogno solo di 0.1 Mbps mentre per guarda Netflix in HD non puoi scendere sotto i 5 Mbps.

La velocità non è come la desidero: ecco perché

Se la connessione ADSL va più lenta del previsto, potrebbero esserci diversi fattori da considerare

A questo punto, però, la domanda sorge spontanea: cosa potrebbe inficiare la velocità di una connessione ADSL? In realtà sono diversi i fattori, alcuni banali e altri più seri.

Il primo, sicuramente, può essere il maltempo: fulmini e pioggia potrebbero danneggiare le centraline e, nel peggiore dei casi, farti restare senza internet. Un secondo fattore le tante finestre o le tante attività svolte contemporaneamente: se metti YouTube come sottofondo musicale mentre stai giocando e nello stesso tempo hai il wifi attivo sul cellulare, beh…non puoi pretendere certamente il massimo.

Altri due aspetti sono molto importanti da considerare, come ad esempio il browser che usi (usare Google Chrome è completamente diverso dall’usare Firefox così come usare Internet Exploer) e dalla distanza dalla cabina telefonica.

Prima di maledire la compagnia telefonica, quindi, vedi se tutte le condizioni sono ottimali per la tua connessione.

Views All Time
Views All Time
44
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
federico
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità
Loading...